Chi siamo

 

 

FEDERAVO è la Federazione nella quale confluiscono le Associazioni di Volontariato Ospedaliero definite in sigla AVO. La Federazione esercita funzioni di coordinamento, di indirizzo, di formazione, di promozione e di vigilanza sulle attività delle associazioni federate.

L’AVO, Associazione Volontari ospedalieri, fondata a Milano nel 1975 dal Professor Erminio Longhini, eminente medico decorato nel 2004 con medaglia d'oro al merito della Sanità pubblica dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, oggi conta 246 sedi che operano in oltre quattrocento ospedali e altre strutture di ricovero, diffuse su tutto il territorio nazionale.

La mission dell'associazione è molto efficacemente descritta nello Statuto, e in particolare nei seguenti commi dell'articolo 2 che recitano:

d) opera nelle strutture ospedaliere e nelle altre strutture socio-assistenziali con un servizio organizzato, qualificato e gratuito per assicurare una presenza amichevole accanto ai malati nell'ambito delle strutture stesse offrendo loro, durante la degenza, calore umano, dialogo, aiuto per lottare contro la sofferenza, l'isolamento, la noia: con l'esclusione però di qualunque mansione tecnico-professionale di competenza esclusiva del personale medico e paramedico. È una presenza che integra e non si sostituisce a quelli che sono i compiti perseguiti e le responsabilità assunte dalle organizzazioni nelle quali svolge la sua attività;

e) collabora con le Istituzioni per perseguire gli obiettivi di umanizzazione, di personalizzazione, di informazione e di educazione alla salute nel rispetto dei ruoli e delle competenze previste dalla normativa vigente;

f) si impegna anche in progetti e sperimentazioni mirati a migliorare il servizio a favore dell'ammalato.

L’AVO è un’associazione indipendente che, pur ispirando la sua azione ai principi evangelici, non ha connotazioni confessionali dal momento che, per volontà dei Fondatori, è aperta a tutti gli uomini di buona volontà, ovvero a tutte le persone che si riconoscono nei valori della reciprocità, della solidarietà e della sussidiarietà.

La struttura dell’AVO prevede che ogni sede goda della propria autonomia, nel rispetto dei principi statutari. L’elevato numero delle Associazioni e la distribuzione in ambiti tanto differenti fra loro per tradizioni, sensibilità, caratteristiche sociali, economiche e culturali, hanno imposto la creazione di un’organizzazione di coordinamento territoriale definito AVO regionale: AVO locali e AVO regionali aderiscono alla Federavo.

I punti qualificanti dell’associazione sono:

  1. La gratuità assoluta. I volontari non percepiscono alcuna remunerazione neppure sotto forma di rimborsi spese, e le Associazioni non beneficiano di specifici contributi da parte delle istituzioni a fronte del servizio offerto.
  2. L’applicazione del principio di sussidiarietà e di non sostituzione.
  3. La fiducia di cui l’AVO gode nelle strutture in cui opera.
  4. L’esperienza di trentanove anni di attività, che hanno generato una profonda conoscenza dei bisogni e delle istanze dei cittadini ammalati, ma anche dei loro parenti.
  5. La discrezione che a partire dal modus operandi dei volontari, si estende all’associazione nel suo complesso all’insegna dell'agire in punta di piedi.

Si aderisce all’AVO previa iscrizione a Corsi di formazione base, promossi a livello locale, che costituiscono il primo elemento di un percorso di aggiornamento e perfezionamento che ogni buon volontario si impegna a seguire per la durata della permanenza in servizio.